Festa di San Cosma e Damiano a Sferracavallo


L’ultima settimana di settembre, si celebra la popolare festività dei santi Cosma e Damiano, medici, taumaturghi e martiri, il cui culto potrebbe essere collegato all’antico culto pagano di Castore e Polluce, anch’ essi venerati per le loro arti di guarigione e perché protettori dei pescatori.

La festività dei santi si svolgeva con particolare fasto, già, nella città di Palermo, ma dal ritrovamento del corpo di Santa Rosalia, (1624) divenuta patrona della città, cominciò a perdere d’importanza tanto che l’arcivescovo pensò di dare ai santi una nuova sede. La scelta cadde così su Sferracavallo: borgo di mare e di pescatori, dove il culto si è sviluppato, nel corso del tempo, raccogliendo anche fedeli dalle zone limitrofe di Isola delle Femmine e Capaci.

L’origine del legame dei fratelli medici, con le contrade marinare e del caratteristico avanzare gioioso e veloce della processione, che ogni anno si organizza in loro onore, è probabilmente legato al tipo di torture e supplizi che i Santi, secondo la tradizione cristiana, dovettero subire; furono infatti prima flagellati, legati e gettati in mare  riemergendo danzando allegramente, poco dopo, tra lo stupore generale.

Altro motivo potrebbe essere dettato dalle precarie condizioni economiche e di salute della comunità di pescatori che confidava nei loro santi protettori per la guarigione dalle malattie.

 

Per la festa le vie della borgata sono adornate da luminarie colorate che di sera la trasformano in uno scenario fantasmagorico, animato dal fragore della gente che si accalca attorno alle bancarelle traboccanti di dolciumi e curiosità, cui lo specchio d’acqua del golfo fa da cornice.

L’ultima domenica di settembre intorno alle ore 14:00 il suono delle campane da inizio della processione dei SS. Cosma e Damiano, la pesante “ vara “viene sostenuta sulle spalle da ottanta portatori scalzi, vestiti di bianco con due foulard di colore rosso legati uno ai fianchi e l’altro al collo che fanno ballare i Santi per le vie di Sferracavallo. La processione si conclude a notte fonda con la teatrale e divertente “ ballata dei portatori “, particolarmente cara al pubblico e meno invece alla banda musicale, ormai sfiatata,  che viene sollecitata a suonare fintantoché la vara non si inclina per stanchezza dei portatori.

I giochi pirotecnici eseguiti in onore dei santi, sono tra i più spettacolari e richiamano ogni anno nella borgata marinara un incredibile afflusso di spettatori da tutto il territorio palermitano.

Tags: , , ,

One Responses to “Festa di San Cosma e Damiano a Sferracavallo”

  1. 9 luglio 2014

    Giorgio Rispondi

    Ciao, festa stupenda… andateci!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono marcati *

*